Home |  Chi siamo |  Fumette |  Pensieri & Parole |  Speciali |  Tavole & disegni |  Link |  La Mailing List |  Credits  
 



CENTO COLORI PER FRANCESCA
A cura di Daniela Zeta, /\/onethousand e Federico Castagnola
Intervista precedentemente pubblicata su Ayaaaak


Si è parlato a lungo dell'opportunità che la testata Legs Weaver ha dato a tante disegnatrici di talento di entrare stabilmente nel mondo del fumetto. Una di queste è Francesca Palomba, giovane autrice di Busto Arsizio, recentemente salita alla ribalta per aver avuto l'occasione di disegnare Legs Weaver 100 e di potersi cimentare con il colore…

Ciao Francesca, come sei entrata nello staff di Legs?

FP - Ho presentato i miei disegni ad Antonio Serra che con grande disponibilità mi ha consigliato come migliorare i miei lavori.
Sono ritornata più volte, cercando di migliorare ogni volta i vari difetti, fino a quando finalmente mi hanno dato delle pagine di sceneggiatura da disegnare come prova, così, dopo una riunione, hanno deciso di prendermi nello staff!

Quali erano le tue esperienze lavorative precedenti?

FP - Ho fatto piccole esperienze molto varie: come disegnatrice di fumetti (purtroppo poi non pubblicati), illustratrice, ritratti, tutto quello che riguardava il disegno....

E' stato difficile entrare in sintonia con il suo staff e con il mondo bonelliano in generale?

FP - Non è stato affatto difficile entrare in sintonia con il suo staff, anzi, con alcuni di loro è nata una profonda amicizia e, nonostante il mio stile poco classico, non ho avuto grandi difficoltà con il mondo bonelliano.

Puoi descriverci brevemente come si svolge il tuo lavoro?

FP - Leggo la storia che mi affidano, disegno i personaggi e le ambientazioni. Una volta approvati dallo sceneggiatore inizio il lavoro tavola per tavola, immagino le inquadrature delle scene e disegno a matita, poi ripasso a china. I testi vengono inseriti successivamente dai letteristi. Terminata la storia e completato il lettering, tutto il lavoro viene revisionato e corretto.

Quali sono i tuoi punti di riferimento artisticamente, se ci sono, all'interno dello staff e fuori?

FP - Mi piacciono moltissimo Roberto De Angelis e Giancarlo Olivares (due veri mostri di bravura!), e poi dovrei farvi un elenco infinito di disegnatori come: Masamune Shirow, Tsukasa Hojo, Adam Hughes, Mark Farmer, Manara, Serpieri, Saudelli, ......

Quali sono le caratteristiche di Legs che più ti piacciono e che preferisci disegnare, e quali meno?

FP - Legs è un personaggio bellissimo da disegnare perché è una donna e io sono più portata per la figura femminile.
Mi piace disegnare il suo volto e in particolare gli occhi e cerco di trasmettere attraverso lo sguardo il suo carattere così deciso e forte. Mi affascina molto la sua sofferenza ma anche la sua ironia!...
L'unica cosa con cui ho avuto qualche difficoltà sono stati i suoi capelli, non riuscivo a dargli una forma che mi piacesse!

Sei stata la disegnatrice principale delle Dame Nere, come hai trovato l'impegno e cosa t'ha affascinato di piu' di questi supercattivi legsiani, sia dal punto di vista grafico che da quello emotivo?

FP - Sono molto affezionata alle cattive disegnate da me, in particolare ad Enrika e a Thanya, la donna tigre. Adoro disegnare queste donne cattivissime, molto sexy e soprattutto mi diverto ad inventarmi le loro varie trasformazioni. Mi ha toccato molto la storia personale di Thanya. Dal punto di vista grafico le mie preferite sono la donna pesce e la donna tigre.

Con i doverosi complimenti per il tuo ultimo albo vorrei chiederti quando e come hai saputo che avresti dovuto disegnare il fatidico numero 100, e quale è stata la sua prima reazione (o la seconda) alla notizia?

FP - Mi considero molto fortunata ad averlo disegnato, quando mi hanno comunicato che la storia che stavo disegnando sarebbe diventata il numero 100 sono stata ovviamente felicissima, è veramente un grande onore!

Il passaggio al colore è un grosso salto. Hai dovuto cambiare il tuo stile in funzione del colore? Sei intervenuta tu nella colorazione e sei soddisfatta del risultato finale?

FP - Non è stato necessario fare cambiamenti perché il mio stile è compatibile con il colore. La colorazione non è stata fatta da me ma sono molto soddisfatta del risultato finale, molto belle le scene ambientate su Marte.

Legs è un personaggio sempre al centro di molte critiche da parte dei lettori. Cosa pensi in generale del personaggio come lettrice: un'occasione persa oppure rimane comunque un qualcosa di significativo? Ti piace disegnarla e continueresti a farlo?

FP - Penso che Legs è un personaggio molto coraggioso e assolutamente significativo per tanti motivi:
è il primo personaggio femminile bonelliano che è riuscito a conquistarsi una testata tutta sua,
è versatile, in grado di sostenere qualsiasi tipo di storia che sia umoristica o drammatica,
è dirompente, forte, ironica e indimenticabile...
è un personaggio coraggioso anche per la scelta non facile della sua sessualità, mai manifestata in maniera esagerata o volgare.
Non si può pretendere che piacciano tutte le sue storie, ma di sicuro non si può dire che non sia un grande personaggio, per questi e per tanti altri motivi mi piace molto disegnarla e vorrei continuare a farlo!

Cosa sai della futura riorganizzazione della testata di cui si parla ultimamente? Sei stata coinvolta in qualche modo?

FP - posso dirvi che ci sarà una vera e propria rivoluzione! I cambiamenti sono notevoli...ma non voglio rovinarvi la sorpresa (anche se probabilmente siete già a conoscenza di alcuni di questi). Sto lavorando ad una storia con Simona Denna nella quale esistono già i cambiamenti.

Potendo scegliere quali sono i fumetti che vorresti fare (magari scrivendoti anche le storie)? C'è qualche personaggio in particolare, Bonelli e non, che vorresti disegnare?

FP - Molti anni fa avevo scritto e iniziato a disegnare la storia di una vampira e mi piacerebbe trovare il tempo per continuarla, ma è praticamente impossibile! Mi divertirei molto a disegnare Catwoman o una serie fatta con donne-animali come Thanya, Scarabeth...

Abbiamo visto che nel tuo bel sito (www.francescapalomba.com) ci sono anche delle ottime prove come illustratrice. Come nasce questa passione? Credi che ci siano le possibilità e gli spazi per farne una professione?

FP - Ho sempre disegnato fin da piccola, il disegno per me non è solo un lavoro ma un'autentica passione, mi piace disegnare qualsiasi cosa e in questi anni mi sono divertita a sperimentare di tutto! E' passato molto tempo da quando giravo nelle varie case editrici in cerca di lavoro e non ho idea di come sia diventato adesso il mondo delle illustrazioni.

Per concludere, c'è qualcosa di particolare che vuoi dire a chi legge le tue storie?

FP - Vorrei ringraziarvi per tutti i complimenti che mi avete fatto in questi anni e ci tengo a farvi sapere che voi lettori e fans accaniti dei nostri fumetti siete assolutamente importantissimi e fondamentali, senza di voi non avremmo la possibilità di fare questo meraviglioso lavoro.
...grazie davvero...

***
Bibliografia bonelliana:
Francesca Palomba ha disegnato i seguenti albi
LW 36 Il segreto delle Dame Nere (testi Antonio Serra)
LW 67 Giungla! (testi Michele Medda)
LW 86 La civiltà Nzondo (testi Alberto Ostini)
LW 87 Gli esploratori (testi Alberto Ostini)
LW 100 I pirati di Marte (testi Luigi Mignacco)
Speciale LW 5 Dietro la maschera (testi di Stefano Piani e Antonio Serra)


inizio

 

 
  | Mandanici | Calza | Ghè | Lazzarini | Memola | Ostini | Vicari | Cajelli | Palomba | Alberti | Piani | Vietti | Altre... |  

Tutte le immagini riportate sono prottette da copyright © Sergio Bonelli Editore o dei rispettivi proprietari.
Sito amatoriale senza scopo di lucro.