Home |  Chi siamo |  Fumette |  Pensieri & Parole |  Speciali |  Tavole & disegni |  Link |  La Mailing List |  Credits  
 



TUTTE LE NOSTRE DOMANDE FATTE A STEFANO PIANI NELLA MAILING LIST DI LEGS WEAVER
A cura di Yattaaa

Mario Alberi, milanese, si è dimostrato fin da subito uno dei disegnatori più abili dell'intero staff legsiano. Un'abilità che lo ha portato a sviluppare uno stile personalissimo e a lavorare stabilmente per editori francesi e americani.

--- Tema: domande personali all'artista ---

[Daniela Zeta] A te cosa piace più scrivere Legs, Nathan, o Nick (scrivi anche altre cose che non sappiamo??)

SP - Nick Raider, in quanto poliziesco, è più nelle mie corde... Però, se devo essere sincero, mi diverto molto di più a scrivere Legs. Nick, come personaggio mi sta un po' antipatico...

--- Tema: sui fumetti che ricordano film e i tempi di lavorazione ---

[Federico Castagnola] Vi infastidisce perchè il fumetto si appoggia ad un media più forte, non ve ne frega niente oppure vi fa piacere?

SP - Controllando sul mio computer ho visto che ho cominciato a scrivere LEGS 93 il 21 Agosto 2002, cioè un anno fa, quando CHARLIE ANGELS PIU' CHE MAI si stava ancora girando.
(...) Visti i nostri tempi di lavorazione è molto difficile riuscire a copiare il film del momento... Diciamo che al massimo, tranne casi fortunati, possiamo arrivare prima, anche durante, ma, in questi due casi, ovviamente, non abbiamo copiato... oppure un anno dopo.

--- Tema:l'evoluzione del fumetto e l'eredità del numero #50 ---

[/\/[email protected]] Il problema di fondo della Bonelli IMO è l'immobolismo. Parlando a tu per tu con autori e disegnatori si sente che la rigidità della divisione in vignette limita molto la libertà di entrambi. In più a livello di tematiche ci sono i soliti paletti, legati ad un'idea di fumetto che da Tex, direi, si è sviluppata poco fino ad oggi.

SP - Non sono d'accordo. Io sono tra quelli che pensano che dei paletti e delle limitazioni accrescano la creatività degli autori.
... E non sono neanche d'accordo quando dici che da Tex a oggi il fumetto Bonelli non si è evoluto... In mezzo ci sono stati Ken Parker, Dylan Dog e Nathan Never e tutti i fumetti che sono venuti dopo ne hanno risentito per un verso o per un altro.
(...) Quello che in genere i lettori non capiscono è che Legs è così perchè i suoi autori hanno voluto che fosse così. Ogni numero dev'essere diverso dall'altro. Ed ecco così che a un numero realistico e drammatico ne seguirà uno demenziale e viceversa. Rileggetevi il numero 50, lì è spiegato tutto per filo e per segno: quell'albo è un vero e proprio manifesto di quello che è, nell'intenzione dei suoi autori, Legs.

--- Tema: Legs e il suo futuro ---

[/\/[email protected]] Per quale eventualita' sarebbe previsto un "cambiamento" nelle uscite[di Legs]? e di che tipo?

SP - Se Legs dovesse chiudere uscirebbero, forse, un paio di Maxi e uno Speciale all'anno.

--- Tema: cosa gli autori posso o non possono fare ---

[/\/[email protected]] E' possibile avere un'idea del "decalogo" che vi viene richiesto di rispettare?

SP - In realtà non esiste nessun decalogo e non esistono argomenti tabù. Si tratta di semplice buon senso da parte degli autori. Se nella storia c'è qualcosa che rigyarda, per esempio, la pedofilia, devi trattar questo tema in una determinata maniera. Berardi e Scalvi hanno dimostrato che si può parlare e affrontare qualunque argomento è il come li affronti che fa la differenza.

--- Tema: differenze tra LW e NN ---

[/\/[email protected]] Si potrebbe chiedere il perche' dei "compartimenti stagni" tra le due serie (che si lega al resto del mio post).

SP - Le due serie sono molto diverse: Nathan è cupa e drammatica, Legs è ironica e gioiosa (quando non è proprio demenziale). E' questo il motivo per cui serie sono sempre state così slegate tra loro e in futuro lo saranno ancora di più.

[/\/[email protected]] un'altra domanda potrebbe essere perche' per LW sono stati scelti toni molto piu' leggeri rispetto a NN, quando i primi due "albetti" di presentazione presentavano toni decisamente piu' drammatici (pur differenziandosi da NN!)

SP - Per fare una cosa diversa. Non aveva senso fare due serie uguali. E poi Antonio Serra voleva provare a fare qualcosa di diverso...

--- Tema: la predizione del leone ---

[/\/[email protected]] ..e poi la predizione del leone (che esalta ancora le caratteristiche "eccezionali" di Legs, senza pero dire quali siano!) che cos'e' e quando diamine si avvera?

SP - Un po' di pazienza... E anche questo, così come i poteri di Legs del numero 1, avrà una spiegazione.

--- Tema: come è nato il LOTTATORE di SUMO ---

SP - Sono molto amico di Pier [ Nicola Gallo ] e spesso passiamo ore e ore al telefono (lui sta a Porto Torres in Sardegna e io a Milano). Una volta gli parlai di un'idea che mi era venuta: quella di inserire un lottatore di sumo in una storia di Legs. lui mi disse che gli sarebbe piaciuto disegnarla. Così è nato l'albo IL LOTTATORE.
Conclusa quella prima storia, visto che si eravamo divertiti, abbiamo deciso di continuare... Insieme, visto che i soggetti delle ultime due storie di Jack li abbiamo scritti a 4 mani.

--- Quasi tutte le anticipazioni date sono state omesse perchè già accadute o quasi. Quelle ancora da verificarsi sono state parte incluse ---

--- Per sapere cosa ci ha detto Stefano Piani di "soggetti & sceneggiature" consultare il file relativo. ---

inizio

 

 
  | Mandanici | Calza | Ghè | Lazzarini | Memola | Ostini | Vicari | Cajelli | Palomba | Alberti | Piani | Vietti | Altre...  

Tutte le immagini riportate sono prottette da copyright © Sergio Bonelli Editore o dei rispettivi proprietari.
Sito amatoriale senza scopo di lucro.