Home |  Chi siamo |  Fumette |  Pensieri & Parole |  Speciali |  Tavole & disegni |  Link |  La Mailing List |  Credits  
 



LEGS IS BACK: DUE INTERVISTE A...
A cura di nonethousand


Speciale Nathan con LegsLa vita editoriale di Legs è una delle più contorte per un personaggio a fumetti bonelliano: parte come sosia di Sirguney Weaver, ma si evolve graficamente già dalle pagine di dei primi 40 mesi di Nathan Never. Un primo vero e proprio restyling lo si ha alla nascita della sua testata, per la quale il personaggio viene ringiovanito, vengono creati nuovi nemici solo per lei e nuovi ambienti si affiancano a quelli della Città Est di Nathan; un secondo e più grosso restyling si ha per il trasferimento a Sandville della nostra eroina: Legs è più pensierosa e “invecchiata”, se non nel corpo, almeno nelle espressioni del viso; la Città Est è praticamente abbandonata e ambientazioni nuovissime fanno da sfondo alle nuove (e ultime, sin'ora) avventure della Weaver...

Adesso, il 5 Dicembre 2006 dopo 13 mesi di assenza dagli scaffali delle edicole, Legs ritorna, monopolizzando il titolo del sedicesimo Speciale del suo “collega” Nathan Never. Per l’occasione, siamo riusciti a contattare gli autori di questo rientro e li abbiamo intervistati per voi:

***

Ciao Stefano, non è la prima volta che chiaccheri con noi e quindi andremo subito al sodo: ai tempi della Guerra delle Colonie, quando ti domandammo che ne sarebbe stato di Legs, tu ci rispondesti:

Risposta che richiede mega spoiler impossibile computare :-)

Un anno e mezzo dopo, troviamo in edicola uno speciale di Nathan Never in cui (cito dal sito SBE)

Solomon Darver coinvolge la sua ex agente Legs Weaver in una pericolosa avventura

Missin LegsBene, ci descrivi il processo creativo che ti ha portato dall’ultimo albo della testata a questo speciale (sempre tua la firma)?

SV – L’idea alla base del progetto che ho proposto ad Antonio Serra era di scrivere alcune avventure della nuova Legs che fossero completamente d’azione, nello stile più puro del personaggio, ma che rispettassero anche l’aspetto più serioso che avevo dato a Legs negli ultimi albi della sua serie regolare. Serra si disse d’accordo, ma bisognava trovare una collocazione adatta alle storie perché non era possibile inserirle nella serie regolare di Nathan. Così si è deciso di utilizzare lo spazio degli Speciali.

In questa avventura Legs sarà la sola protagonista o svolgerà le indagini “in coppia” con Nathan come ai vecchi tempi? Sarà una comparsata o è il prologo di un rientro in Agenzia Alfa del suo primo agente?

SV – Sarà la protagonista, e con lei i suoi compagni di “The Agency”, la sua agenzia privata. Orson Madoc, Janet Blaise e Katy saranno al fianco di Legs per tutta la storia… però, essendo una “storia prima” vedremo anche in gioco i vecchi amici dell’Agenzia Alfa… Nathan in testa. Non sarà una comparsata … ma nemmeno il prologo di un rientro in Alfa di Legs.

Ho posto più o meno la stessa domanda a Max: la “gente di YATTAAA!” si è resa in passato artefice di iniziative a favore di Legs come “Salviamo Legs!” (la raccolta di mail spedita all'editore per scongiurare la chiusura della testata) e la “lettera a Darver” che dovresti aver ricevuto anche tu... Comprensibilmente adesso siamo un po’ tutti in fibrillazione per il rientro della nostra eroina preferita: senti della pressione in piu' su quello che fai? Hai paura che certe tue scelte non siano apprezzate?

Salviamo Legs

SV – E’ chiaro che un po’ di pressione la sento… o meglio… l’ho sentita quando ho iniziato la storia.
Alcuni giorni fa mi ha chiamato Serra che ha completato la lettura finale dell’albo ed era molto soddisfatto, dicendomi che la storia era esattamente ciò che si aspettava, compresa la difficile scena dell’incontro tra Nathan e Legs.
Il lavoro è piaciuto molto anche a Decio Canzio, e quindi sono più sollevato. In ogni caso, ormai l’ho imparato, è difficile accontentare tutti… la mia è una scrittura aggressiva, lo riconosco, e comporta molte scelte “rischiose” strada facendo… io scelgo, poi si vedrà. Il dramma sarebbe non scegliere mai.

La fine dei Mutati, la morte di Skotos, la Guerra delle Colonie, la chiusura della testata di Legs, Branko e May, Nat e Nic, i cloni e adesso... il ritorno di Legs: tutti cambiamenti da definire “epocali” per le testate del futuro, e tutti che portano la tua firma: come ci si sente ad avere in mano l’evoluzione narrativa di due testate?

SV – Premettendo che alla base delle mie trame c’è sempre un grande lavoro di coordinamento redazionale, vi dirò che ci si sente benissimo… Nathan e Legs (pur con la chiusura della sua serie regolare) sono due personaggi talmente vivi, con un vissuto ricchissimo di situazioni emozionali che è un piacere occuparsi delle loro avventure… Una faccenda seria, che richiede molta cura nel lavoro, ma che mi da molte soddisfazioni.

A proposito degli intrecci sentimentali, non so se segui le discussioni su YATTAAA!, ma la coppia Branko - May, al di là dei discorsi sociali alla base, ha diviso i lettori... non è che stai coccolando un po’ troppo il tuo primo personaggio neveriano con una famiglia perfetta stile “Scavolini”? ...li troviamo tutti e tre anche in Generazione Futuro! :-)

SV – Beh, sì, avete ragione. Forse ho un occhio di riguardo per Branko, ma se lo merita, con tutto quello che ha passato. La sua situazione attuale alla “Scavolini” mi piace un mondo. Branko è un personaggio che ho sentito fin da subito e con il quale sono entrato in grande sintonia, quindi lo uso! Per quanto riguarda Generazione Futuro, devo dire che l’albo è stato davvero un successo. E’ piaciuto molto. Ho in serbo qualche sorpresa per l’albo che arriverà il prossimo anno e ci stiamo organizzando per proseguire.

Sempre sulle interrelazioni in Agenzia, un sacco di lettori della prima ora inorridiscono a sentire Nathan che accetta il diminutivo “Nat” senza batter ciglio (e non ho ancora trovato in quale albo lui accetta che Legs lo chiami così!!)... potresti spiegare l’evoluzione psicologica del personaggio dal rifiuto al diminutivo datogli da Sara, ai tempi di Laura e Ned Mace, alla tranquilla accettazione attuale?

SV – Una delle evoluzioni maggiori che ha avuto il personaggio di Nathan negli ultimi anni è che si prende meno sul serio… è più “ben disposto” nei confronti della vita e ha perso molto del suo sguardo triste perché ha superato sensi di colpa e tristezze. Insomma… un “Nat”, ogni tanto, ci può stare, ma l’uso del diminutivo non è casuale: serve a una situazione specifica, o crea una confidenza per anticipare un dialogo, oppure distende l’atmosfera dopo una discussione. Curioso, vero, che nulla sia mai “messo lì a caso”?

Legs Weaver n.51Già nella scorsa intervista ci avevi confessato che la gestione dell’omossessualità di Legs doveva essere ad opera di un unico autore... adesso che sei di fatto diventato la “prima penna” di Nathan Never e che Legs si ripresenta in Agenzia, vedremo sviluppata anche questa caratterizzazione?

SV – Nel tempo sì, ma non nell’immediato… E’ una faccenda delicata e la affronteremo quando avremo risistemato a dovere il personaggio.

L’Agenzia Alfa sta diventando sempre più affollata... non è difficile gestire un così gran numero di personaggi? Come ti comporti in caso di avventura corale per dare un minimo di visibilità a tutti?

SV – Non è l’aspetto più difficile da gestire nelle storie corali. Ogni personaggio deve fare ciò che ci si aspetta da lui… e quello che non ci si aspetta diventa il colpo di scena. Nell’impostazione narrativa le storie corali sono complesse all’inizio, perché richiedono un’attenta pianificazione del soggetto e della scaletta… ma quando si inizia a scrivere la sceneggiatura, sono le piu’ appassionanti.

Seconda domanda “gemella” di quella posta a Max: di quale personaggio femminile dei fumetti (qualunque nazionalità) ti piacerebbe scrivere le avventure? ...e se invece di un’avventura a fumetti fosse un romanzo?

SV – Datemi carta bianca su Deunan, la protagonista di Appleseed di Masamune Shirow e mi fate contento. Ma l’avventura la scriverei fuori da Olympus, inventando un nuovo ambiente dai tratti horror. Il romanzo invece mi piacerebbe molto scriverlo su Legs… un’avventura in prosa della nostra eroina con la possibilità di approfondire in modo adulto la sua omosessualità.

Parliamo del tuo futuro: dopo questo speciale dove e quando potremo rileggere delle tue storie?

SV – La parte centrale del prossimo anno sarà occupata da una nuova mega-saga di Nathan Never, della durata di sei albi, disegnati da Paolo Di Clemente e da Giancarlo Olivares.
Vedremo anche il nuovo Speciale di Nathan / Legs, che sarà d’azione pura, dalla prima all’ultima pagina senza un attimo di respiro. Sarà una sorta di albo sperimentale, dove mi sono preso l’impegno di inventare scene d’azione nuove, con inquadrature ricercate e un ritmo velocissimo. Lo disegnerà Matteo Resinanti che in fatto di scene d’azione è, a mio avviso, un vero portento!
Ho in programma un Gigante di Nathan che sto per iniziare, basato su un’idea alla “Nathan nostalgico dei vecchi tempi”, per i disegni di Max Bertolini, e infine, uscirà la seconda parte di Generazione Futuro, disegnata da Fabio Jacomelli e chinata da Stefano Martino.
Novità assoluta sarà, invece, il primo romanzo a fumetti, scritto da me e da Luca Enoch e disegnato da un incredibile Giuseppe Matteoni. La trama è fantasy puro e il titolo provvisorio è “Dragonero”.

GRAZIE E UN SALUTONE A TUTTI QUANTI!

***
Biografia:
Stefano Vietti nasce a Chiari (BS) nel 1965. Nel 1990 crea, con altri autori di Brescia, la testata "Full Moon Project" (Edizioni Eden) e, in seguito, entra nello staff di "Lazarus Ledd", personaggio della Star Comics. Sempre per la Star dà vita, nel 1994, alla testata fantascientifica "Hammer". Alla chiusura, viene contattato dalla Sergio Bonelli Editore e scrive per Nathan Never, Legs Weaver, Zona X e Martin Mystère.

In rete:
Sergio Bonelli Editore
Nathan Never su Wikipedia

inizio

 
  | Tintori | Mandanici | Calza | Ghè | Lazzarini | Memola | Ostini | Turini | Cajelli | Palomba | Altre |  

Tutte le immagini riportate sono prottette da copyright © Sergio Bonelli Editore o dei rispettivi proprietari.
Sito amatoriale senza scopo di lucro.